Donne che ho incontrato

13 03 2012

… tante sono le cose che si possono dire od obbiettare a proposito delle donne … ma a me piace rendere loro omaggio … riconoscere il loro valore nel rispetto … nell’amicizia … nell’amore … nella vita … cerco di farlo tutti i giorni … non ci riesco sempre … mi piace approfittare di questo spazio per farlo pubblicamente … a modo mio … con queste immagini … di donne che ho incontrato … sempre con un pensiero alle 4 donne più importanti della mia vita … Manuela, Sofia, Annamaria ed Elvira … e non in ordine di importanza … non è possibile fare gerarchie …





Certe facce parlano …

14 02 2012

ImmagineQuesta fotografia è stata scattata sulla strada che porta alla città di Iringa (Tanzania) scentendo dalle montagne che la circondano. Sono le sei della mattina di un giorno qualunque di Novembre (2011) siamo a più di 1600 metri e anche se qui novembre segna la fine della primavera verso la stagione calda, fa piuttosto freddo … queste persone stanno aspettando il bus per andare al lavoro e ovviamente  un grosso fuoristrada con 5 europei a bordo non più passare inosservato … qui siamo noi gli alieni … e quello sguardo parla da solo …





People of Tosamagnga

4 05 2010

Tosamagnga mission, inserito originariamente da s:c:m:photo.

Uscita dalla messa nella chiesa della missione di Tosamaganga (Iringa) nel cuore delle Highlands africane … coloi, voci, allegria in un luogo sorprendente!





Contrasti Africani

5 04 2009

Downtown Iringa - Rain seasonIringa, Tanzania (1550 m.s.l.m.), 112.000 abitanti. 7 dicembre 2009, 14:23
(Panasobic DMC-LX2, 23.2 mm eq. 35mm: 116 mm, 1/250 s, f 4,5, ISO 100)

L’africa stà cambiando velocemente, come tutto il mondo del resto, e questo cambiamento acuisce ancora di più i contrasti che caratterizzano questo continente. L’africa è come una fotografia molto contrastata, dove le alte luci rappresentate possibilità di ritrovare energie, culturali e sociali, che da noi sembrano ormai esaurita, sono contrastate dalle ombre della guerra, dell’AIDS e della indigenza. Molto si può dire sia sulle luci che sulle ombre d’Africa ma questa immagine mi pare una interessante metafora d’Africa, riassumendo un apparente contrasto tra il nostro stereotipo di terra bruciata dal sole e la realtà di un continente vasto e vario dove a 1600 metri di altitudine la stagione delle piogge somiglia abbastanza da vicino a quella padana.