breve storia (fotografica) mia

Scroll down to content

Escludendo l’ambito professionale e familiare, io ho due passioni: la motocicletta e la fotografia.

Qui mi occupo di fotografia, mi piace, la guardo, la commento … la pratico.
Ho sempre fotografato fin da quando mi regalarono la mia prima macchina fotografica, una Kodak Instamatic.

kodak instamatic

Della quale ricordo ancora il rumore di scatto e di caricamento.

Con i miei primi risparmi compera per posta la mia prima macchina fotografica seria: una Nikkormat FT2

Nikkormat FT2

Con questa bellissima macchina ho fotografato i miei viaggi e i miei amici. Poi ho cominciato a divertirmi in camera oscura con un ingranditore russo UPA a valigetta.

Per passare a un più soddisfacente Meopta Opemus 6.

meopta opemus 6

Da qui in poi mi rimarrà la passione per le immagini di architettura (nel frattempo mi ero iscritto alla facoltà di Architettura di Firenze) e per il bianco e nero.

Ho avuto diverse macchine fotografiche dopo la mia prima Nikon, finita malamente in acqua per essermi fidato delle buste da immersione (!).

Ho acquistato e rivenduto negli anni una FM2 per poi tentare l’autofocus con una F401 e tornare al tradizionale con una F301 (non autofocus).

Nikon FM2
Nikon F401
Nikon F301

Durante gli studi fiorentini ho utilizzato per un breve periodo anche la vecchia ma fantastica Rolleicord di papà.

Rolleicord

Sottraendola alla amorevole custodia di mio padre con la scusa che lasciandola ferma in un cassetto si sarebbe solo rovinata.

Per un breve periodo ho utilizzato anche una Minolta X300

Minolta X-300

Per tornare poi ad una vecchia FE usata che è purtroppo rimasta inoperosa durante un lungo periodo seguito alla fine degli studi universitari durante il quale abbandonata la camera oscura per mancanza di spazio e di tempo ho temporaneamente abbandonato la fotografia.

Ho ripreso a fotografare per un periodo con l’avvento delle diapositive in bianco e nero usando la mia FE (con 4 ottiche, due fisse: uno 50mm russo e un Tokina 19mm, e due zoom Tamron: un 28-70 ed un 70-210) durante i diversi viaggi … Di Architettura fatti assieme ad amici e colleghi.

Ho veramente ripreso a fotografare con l’arrivo della mia prima macchina fotografica digitale in grado di dare risultati accettabili: una Fujifilm Finepix 6900 zoom da 3Mp

Fuji Finepix 6900 zoom

In questi 40 (!) anni di passione fotografica ho utilizzato anche diverse compatte come la mitica “ovetto” della Olympus,

Una altrettanto mitica Rollei 35 sempre “sottratta” a mio papà.

Una Minox35 che ha viaggiato con me nei miei primi tour motociclistici alla quale poi affiancai la sorellina russa, la Kiev 35.

Ho utilizzato per un breve periodo anche una curiosa Canon Epoca 135.

All’inizio degli anni 2000, la fotografia digitale ha ormai sostituito quella analogica, che sopravvive nella passione di pochi ed in sempre più limitate occasioni professionali particolari.

Anche io ho modificato la mia attrezzatura passando dalle compatte, iniziando con una ottima Minolta Dimage X20

Proseguendo con una stupenda Fujifilm Finepix 6800Zoom Design by F.A. Porsche

Per arrivare alla tuttora validissima, anche se ormai accantonata, Panasonic Lumix LX2 che stimo tuttora una ottima compatta leggera

Panasonic Lumix lx2

E passare infine alle bridge camera evolute che mi hanno dato altrettante soddisfazioni, come la Fujifilm Finepix S9606, che però ha subito l’obsolescenza più velocemente della LX2

Fujifilm Finepix s9600

Con queste due semplici macchine digitali ho scattato tutte le mie fotografia dal 2006 al 2010.

Nel 2011 sono finalmente tornato ad avere tra le mani una vera reflex… e che reflex ! Una Nikon D300 con un obiettivo 18-200 VR veloce ed indistruttibile adatta a tutte le occasioni e fantastica nei viaggi africani. Un difetto? Il peso decisamente impegnativo.

Nikon D300

Ho poi accumulato negli anni una decina di macchine fotografiche russe cominciando da una prima Fed2 a telemtro acquistata in un banchetto per strada.

Ho trovato due Zorki: una Zorki 1 e una Zorki 3m sempre a telemetro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Una per me bellissima Kiev 4a con esposimetro

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E anche una Zenith C reflex

Ho anche fatto il tentativo di usare una Kiev 19 (con attacco Nikon) come secondo corpo per la mia FE2. Con scarsi risultati in effetto, come prevedibile.

Nel tempo ho anche voluto provare il medio formato già sperimentato con soddisfazione con la Rolleicord di papà.

Non potendomi permettere una Hasselblad originale acquistai (in spiaggia !) un corredo Kiev 88.

Purtroppo, come era prevedibile per altro, questo non ha mai potuto fare più che bella mostra di sé nella vetrina della mia collezione di macchine fotografiche e quindi tentai con una Pentacon six TL

Certamente più economica di un corredo “88” funzionale ma decisamente ingombrante e pesante.

Più avanti, già in piena era digitale, ho trovato altre due medio formato per me mitiche: una Zenza Bronica SQ/A

Presto seguita da una Mamiya 645 Super

Nella mia collezione non potevano quindi mancare anche due stupende spy camera Minox C, una nera ed una acciaio

Assieme alla più economica immancabile sorellina russa, una Kiev 30

Ultima (per ora) analogica entrata nella mia collezione una bellissima Voigtlander Bessa R

Continua ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: